Osnujte novu grupu Pronađite grupe

PRIJAVLJIVANJE

×

Contributi alla proposta Democrazia liquida

Credo che una migliore conoscenza dell'argomento mi possa dare maggiori spunti per capire come orientarmi nella discussione.
Io credo che in una situazione ideale la democrazia liquida rappresenti la vera essenza della piena e consapevole libertà di partecipazione alla vita pubblica.Tuttavia, considerando che piaccia o no, siamo in Italia, ritengo che, seppur con le sue limitazioni, il metodo della democrazia diretta sia più efficace e adeguato per "abituare" al concetto. A regime sogno un cittadino consapevole, ma libero da condizionamenti, che mantenga il diritto alla libertà di poter delegare la sua preferenza a chi più esperto di lui, nella convinzione di arrivare così ad un risultato più efficace per tutti e a una partecipazione più capillare (chi non ha un'idea in merito ad una questione di solito è facile che non voti proprio. Attraverso la delega può farlo,bene, pur non essendo coinvolto o competente in prima persona).
Penso che in tutti questi anni abbiamo delegato abbastanza, anzi troppo. Il metodo diretto può far sbagliare per insufficiente informazione, ma la crescita di chi partecipa paga questo scotto. Siamo all'origine della democrazia diretta: ci dobbiamo adattare, imparare ad usarla,partecipando o lasciando partecipare gli altri che ne sanno di più, anche rinunciando al voto. Nello stesso tempo, affidare ad un tecnico di nostra fiducia la decisione su argomenti a noi sconosciuti o conosciuti male è un atto di libertà, ma rischia di favorire il disinteresse, che vediamo dove ci ha portato. Forse la democrazia liquida, per essere buona, deve essere una fase successiva della democrazia diretta: tutti più consapevoli, anche nel delegare.
usando airesis per un gruppo informale di associazioni culturali di informatica purtroppo c'è da gestire il problema delle deleghe che con il sistema liquido verrbbe risolto
secondo me l'idea di poter partecipare a tutti gli argomenti in maniera parallela è semplicemente irrealizzabile, la democrazia liquida consentirebbe di aggirare questo limite consentendo alle persone (SE LO VOGLIONO) di delegare il loro voto a persone (spero) di loro fiducia, con le quali magari si confrontano al bar o in amicizia nella vita di tutti i giorni. nel caso contrario in cui si abbia tutto il tempo del mondo e la voglia di usarlo tutto per stare su airesis :) ben venga!
a me sembrerebbe una miglioria, non una pecca.
Questo è un argomento condivisibile: non ci si può occupare di tutto!
Gli umani del Paleolitico avevano dei campi d'attività sufficientemente ristretti da poter essere conoscibili da tutti.
Oggi usiamo l'auto (ma quanti sanno cos'è il common-rail?) e il TV (quanti sanno cos'è l'AFC?), ma se si guastano, siamo costretti a far intervenire il "tecnico": deleghiamo a lui la riparazione (fidandoci).
Anche io, come Random stack, ho forti perplessità sul sistema della delega.
Credo che le proposte debbano nascere all'interno di gruppi di lavoro spontanei, come quelli che si possono creare su piattaforme come questa, e che, se dovutamente spiegate, perchè siano ben chiare a tutti, possano essere senza problema votate da qualsiasi cittadino, senza la mediazione di nessuno.
Comunque la delega è un'opzione,non è obbligatoria.Se uno ha tempo e le competenze può intervenire e dire la sua proposta,laddove non si ritiene sufficientemente competente può delegare qualcuno più esperto di lui.A me sembra buona come soluzione...
La democrazia liquida è una soluzione molto parziale sia alla mancanza di tempo che alla limitatezza della conoscenza.

Gestire correttamente le proprie deleghe liquide può richiedere molto tempo, perché capire chi ad esempio è competente su un argomento e contemporaneamente rappresenta bene le proprie idee è molto difficile, soprattutto senza informarsi adeguatamente e prendere una posizione su quell’argomento… ma a quel punto tanto vale votare direttamente.

Un altro problema della delega è che i delegati possono forse rappresentare un’ideologia, ma certo non possono rappresentare il patrimonio di creatività, intelligenza e competenza dei propri rappresentati.

Le decisioni politiche non sono quasi mai decisioni prettamente tecniche, ossia non necessitano tanto di un approccio specialistico, quanto di un approccio sistemico, che può formarsi unicamente con il dialogo di esperti in campi diversi: e poiché ciascuno è esperto in qualcosa, ciascuno ha un'esperienza, c'è bisogno di partecipazione per elaborare buone proposte.



Quello che questa piattaforma dovrebbe fare è: elaborare proposte valide tramite l'intelligenza collettiva e quindi permettere a tutti di scegliere tra proposte valide, in modo semplice, quelle che vanno incontro ai propri gusti e ai propri interessi.
Europe
America
Asia
Africa
Oceania
  • Europe
  • France
  • Hungary
  • Italy
  • Deutschland
  • România
  • España
  • Portugal
  • Greece
  • United Kingdom
  • Ireland
  • Serbia (Cyrillic)
  • Serbia (Latin)
  • Serbo-Croatian
  • Bosnian
  • Montenegrin (Latin)
  • Russia
  • USA
  • Brasil
  • Ecuador
  • Chile
  • Argentina
  • Indonesia
  • 中国
  • South Africa
  • Australia
  • New Zealand
×
Cookies Text Learn More