Începe un grup nou Găseşte grupuri

LOGIN

×

PARLIAMO ANCORA DI SOLDI MA PER L'ULTIMA VOLTA . . . .

Ho notato che, nonostante avessi spiegato le motivazioni politiche ed etiche che mi hanno spinto a ritirare le mie dimissioni, molti hanno pensato a meschine valutazioni economiche da parte mia. Per farla breve vengo accusato di rimanere in Senato per “tenermi i soldi”.

Rassicuro tutti: continuerò a restituire parte dei miei emolumenti parlamentari come già facevo nel M5S dove nel periodo marzo 2013 – ottobre 2013 ho restituito oltre 26mila euro.

Nei prossimi giorni effettuerò il versamento per i mesi novembre 2013 – febbraio 2014.

Chi mi conosce personalmente sa bene che non sono una persona venale e che nessuna motivazione economica sta dietro la mia decisione di rimanere in Senato a rappresentare chi mi ha eletto.

A conferma di quanto le idee e non i soldi guidino la mia azione invito tutti a verificare la mia dichiarazione patrimoniale pubblicata sul mio profilo del Senato al seguente link:

http://www.senato.it/application/xmanager/projects/leg17/file/repository/documentaz_patr_17/Orellana_2013.pdf

E' riferita ai redditi da me percepiti nel 2012 nella azienda dove lavoravo. La mia professionalità era e spero lo sarà ancora in futuro, molto apprezzata nella mia azienda tanto da guadagnarmi uno stipendio al di sopra della media nazionale (circa 3650 euro netti al mese per 12 mesi) e comunque corrispondenti alle mie capacità, esperienza e dedizione al lavoro.

Si può facilmente capire che gli oltre 44mila euro netti del mio stipendio annuo nella azienda in cui lavoravo (e della quale sono in aspettativa senza stipendio come previsto dalla legge) sono una cifra ben maggiore dei poco più di 40mila euro netti annui (si tratta di 5mila euro lordi ovvero 3350 euro netti per 12 mensilità) che percepisco quale senatore del M5S o quale ex-M5S (come mi ritrovo ora) ma che continua a restituire i soldi.

Sono uno dei pochi (o forse l'unico) parlamentare eletto nel M5S che ci rimette dei soldi per stare in Parlamento. A qualcuno può risultare incredibile ma a me non importa “smenarci”, come si dice dalle mie parti, circa 4mila euro netti annui in quanto credevo fermamente nel M5S e ora continuo a credere che anche al di fuori del gruppo parlamentare M5S riuscirò a portare avanti le proposte valide per le quali sono stato eletto.

Ero talmente orgoglioso di far parte del progetto politico M5S da non curarmi di questa perdita economica. Ora manterrò l'impegno anche fuori dal M5S per dimostrare che si può fare il parlamentare con meno soldi.

Chiarisco inoltre che non ho mai evidenziato quanto qui riportato per un normale pudore, per la mia personale privacy e soprattutto per non mettermi in un piedistallo morale rispetto ad altri senatori M5S che hanno situazioni economiche diverse. Ora però di fronte a questo furioso attacco sul piano economico, iniziato da Beppe Grillo (che conosce da tempo quanto qui spiegato) e continuato da altri del M5S, mi sono scrollato di dosso queste remore e, ribadisco, non è per soldi che ho deciso di proseguire la mia attività parlamentare ma solo per tentare di fare il bene dell'Italia.

Questo nel solco degli impegni elettorali presi con la mia elezione nel M5S.

Infine un invito ai miei detrattori a verificare se e quanti parlamentari M5S riportano la loro dichiarazione patrimoniale online. Nello spirito di totale trasparenza sorprende che non tutti lo facciano....

Adăugat de Luis Alberto Orellana la data de 21 Mar 2014 at 18:43 | Comentarii (1)
| |
Non ti preoccupare Luis, noi che abbiamo aperto gli occhi lo sappiamo che buttano fango solo per screditarti, del resto è l'unico e solo metodo che conoscono per far ciò. Ormai la filastrocca la conosciamo. Alla fine ne resteranno solo 2, G&C! Sono i principi di coerenza ed onesta che apprezziamo in voi e che contraddistinguono la nostra azione politica dalle vili infamie accusatorie di chi sa solo puntare il dito e mai proporre qualcosa di concreto per il miglioramento del Paese. Il tempo sarà galantuomo.
Comentariile anterioare...
Europe
America
Asia
Africa
Oceania
  • Europe
  • France
  • Hungary
  • Italy
  • Deutschland
  • România
  • España
  • Portugal
  • Greece
  • United Kingdom
  • Ireland
  • Serbia (Cyrillic)
  • Serbia (Latin)
  • Serbo-Croatian
  • Bosnian
  • Montenegrin (Latin)
  • Russia
  • USA
  • Brasil
  • Ecuador
  • Chile
  • Argentina
  • Indonesia
  • 中国
  • South Africa
  • Australia
  • New Zealand
×
Cookies help us deliver our services. By using our services, you agree to our use of cookies. Learn more