Apri un nuovo gruppo Cerca gruppi

ACCEDI

×

Titoli di debito "al portatore" grazie all'emissione di "AM-lire-minibot" virtuali!

Titoli di debito "al portatore" grazie all'emissione di "AM-lire virtuali"!
Il titolo di stato è un pezzo di carta, è un debito.
La banconota in circolazione,allo stesso modo è un pezzo di carta.
Questi sono collegati tra loro dal fatto che servono delle banconote per finanziare il debito in scadenza.
Ma cosa succederebbe se lo stato italiano riuscisse a finanziare il debito in scadenza emettendo titoli di debito ovvero pezzettini di carta che possono essere usati come banconote per fare dei normali acquisti?
Succederebbe esattamente questo:
Il cittadino normale acquista 10 euro in titoli di stato, e gli viene consegnato un pezzo di carta, a metà tra un assegno ed una banconota.
Quel pezzo di carta lo può usare esattamente come fosse la banconota da 10 euro, in quanto vale 10 euro.
Ma quello che è più importante è che quel pezzo di carta viene stampato dal tesoro, non dalla banca centrale o dalla banca d'Italia.
E la seconda cosa ancora più importante è che quei 10 euro che quel cittadino ha consegnato alla banca vanno momentaneamente a finanziare il debito pubblico.
Ma con una differenza:
Prima il rifinanziamento era sottoposto all'interfaccia della banca che lucrava sui tassi di interesse, ora, in questo momento, quel pezzo di carta da 10 euro stampato dal tesoro non ha alcun tasso di interesse applicato.
Serve un secondo step in avanti per comprendere in pieno questo progetto, che tra l'altro non è mica così distante da quello proposto sotto diversa forma dall'onorevole Borghi in campagna elettorale che ha lanciato la proposta dei "minibot" per pagare le pubbliche amministrazioni.
Questo step prevede che alla fine dell'anno i proprietari di tale pezzo di carta, al 1° di gennaio, possano gli interessi su quel pezzo di carta, interessi che potrebbero essere decisi a tavolino dal governo e che io suggerisco possano essere dell'1%.
In questo modo il "btp cartaceo" assume anche un significato ed una attrattività maggiori della banconota euro.
Dove si vuole arrivare?!?
Si vuole provare a sostituire una parte delle banconote circolanti in italia con il debito pubblico, non per creare debito pubblico, non è questo il fine, ma per aumentarne la domanda, far calare notevolmente i tassi di interesse, risparmiando a regime anche 30 miliardi di euro in tassi di interesse.
Ribadisco: Non si fa questa manovra con il nuovo debito, ma solo con il vecchio debito in scadenza.
Cioè ci si interfaccia direttamente con i cittadini all'interno del mercato della domanda e dell'offerta e si stabilisce aprioristicamente un tasso di interesse che non sarà. Quindi più in mano alle agenzie di rating.

 

Ora facciamo un altro step:
Come si consegna l'1% di interessi su un pezzo di carta che risulta essere al portatore?
Semplice: Non si consegna!
Ecco perché Nell'oggetto si parla di "am-lira virtuale".
Virtuale perché il pezzo di carta potrebbe trasformarsi anche in una moneta virtuale, e ogni giorno a mezzanotte assegnerebbe l'1% diviso 365 che sono il tasso interessi sulla cifra contenuta nell'applicazione.
Questa potrebbe servire per pagare le tasse, per comprare merci, ovviamente solo presso chi vorrà farlo, perché dal mio punto di vista non sarà obbligatorio.
C'È gente che usa bit coin, non capisco perché non dovrebbe essere interessata alle am-lire virtuali.
Tra l'altro potrebbe essere acquistata da ogni parte del mondo, essendo virtuale, anche dai tedeschi che hanno i loro tassi di interesse negativi!
E i tedeschi , cittadini tedeschi, non banche tedesche ovviamente, potranno acquistare tramite le am-lire delle merci italiane presso rivenditori che tramite internet che accettano questo pagamento così come accade con bit coin.
Naturalmente, le am-lire virtuali così come il debito pubblico "reale" possono non essere così desiderabili se si ha la sensazione di un default, cioè di perdere ciò che si è acquistato.
 

 

Inserito da Giampaolo Sponga il 04 Set 2018 alle 05:56 | Commenti (0)
| |
Commenti precedenti...
Europe
America
Asia
Africa
Oceania
  • Europe
  • France
  • Hungary
  • Italy
  • Deutschland
  • România
  • España
  • Portugal
  • Greece
  • United Kingdom
  • Ireland
  • Serbia (Cyrillic)
  • Serbia (Latin)
  • Serbo-Croatian
  • Bosnian
  • Montenegrin (Latin)
  • Russia
  • USA
  • Brasil
  • Ecuador
  • Chile
  • Argentina
  • Indonesia
  • 中国
  • South Africa
  • Australia
  • New Zealand
×
I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Informazioni